Alimentazione e gastrite #mangiasano

Alimentazione e gastrite #mangiasano

La dieta per la gastrite si basa innanzitutto sull’osservanza di alcune norme comportamentali molto
semplici come:

1) Mangiare lentamente
Una corretta masticazione rende più agevole la digestione e riduce i tempi di permanenza gastrica del cibo. Per questo motivo è importante evitare di abbuffarsi e fare molta attenzione con quei cibi di difficile masticazione (soprattutto quando la dentatura non lo consente).
Oltre a masticare lentamente è importante farlo in un’atmosfera rilassante rimanendo seduti per qualche decina di minuti al termine del pasto. Si sconsiglia invece di mangiare nei momenti in cui si è
particolarmente nervosi o stanchi.

2) Evitare pasti abbondanti
In presenza di gastrite è molto importante ripartire correttamente i pasti nell’arco della giornata. Bisogna innanzitutto sforzarsi di mangiare ad orari regolari senza mai saltare un pasto o ritardarlo eccessivamente, per non affaticare troppo lo stomaco. Uno spuntino a metà mattina e uno nel pomeriggio contribuiscono a tamponare l’acidità di stomaco evitando che questa salga troppo a causa del digiuno prolungato.

3) Se i sintomi della gastrite sono particolarmente intensi e sfociano in vomito e/o diarrea è importante prevenire la disidratazione aumentando il consumo di liquidi. La saliva ed i liquidi proteggono le muscose esofagee dai succhi gastrici.

4) Il latte, essendo un cibo alcalino, ha un immediato effetto positivo in quanto la sua basicità va a
contrastare (tamponare) l’acidità del contenuto gastrico. Il latte, soprattutto quello intero, è però ricco
anche di grassi e proteine che aumentano l’acidità gastrica e rallentano lo svuotamento dello stomaco.
Il latte ha quindi un effetto benefico nell’immediato ma, soprattutto se si esagera con le quantità, dopo il
sollievo iniziale può causare una veloce ricomparsa dei sintomi.

5) Quando la fase acuta della gastrite è passata fate delle prove, ingerendo piccole quantità di determinati alimenti. Esiste infatti una certa variabilità individuale a causa della quale alcuni cibi controindicati per qualcuno potrebbero essere ben tollerati da altri.

ALIMENTI SCONSIGLIATI:YUMMY-FAST-FOOD-fast-food-33414483-1600-1073

1) Pasti abbondanti ricchi di grassi; andrà quindi limitato il consumo di carni e pesci grassi o conservati (sotto sale, sott’olio, affumicati ecc.), molluschi e crostacei, formaggi grassi (specie quelli fermentati come gorgonzola e pecorino), condimenti ed intingoli vari.

2) Alimenti poco cotti.

3) Bevande alcoliche (specie i superalcolici), The, caffè, bibite gassate.

4) Alimenti freddi (bevande ghiacciate, gelati, granite) specialmente a stomaco vuoto.

5) Frutta acidula (limoni, mandarini, arance, cedro, ananas, ribes, alcoholic-beverages2melograno) e frutta secca (troppo ricca di grassi e proteine). Succhi di frutta acidi (pompelmo, ananas, agrumi in genere).

6) Aceto, aceto balsamico, spezie (pepe, aglio e peperoncino soprattutto) e cibi piccanti.

7) Verdura cruda (a seconda della sensibilità individuale), pomodori crudi, peperoni. La verdura con molte fibre può essere ingerita solo se cotta (la cottura al vapore è ideale) così da rendere più digeribili le fibre.

ALIMENTI CONSIGLIATI:th

1) Latte (con moderazione preferendo quello p. scremato), yogurt.

2) Alimenti leggeri a basso contenuto lipidico (carni bianche, pesce magro, formaggi magri non fermentati) preparati con metodi di cottura leggeri (vapore, bollitura, saltatura con olio extravergine di oliva o cottura alla griglia facendo ben attenzione a non bruciare parti dell’alimento). Cercare comunque di non consumare nello stesso piatto proteine di diversa provenienza come uova e legumi o carne e formaggi.Apple Babanas

3) Frutta non acida (mele, banane, ecc).

4) Verdure e ortaggi cotti. Per poter mangiare anche la verdura ricca in fibra si consiglia di passarla.

 

Dott.ssa Napoli Laura

Biologo nutrizionista

via G.Sciuti, 56, Palermo; Via Isnello, 119 Collesano
cell:3801772680 -3881962573

Sito web Blog Facebook LinkedIn





Tags assigned to this article:
dietagastritemangiasano