I probiotici: che cosa sono? #mangiasano

I probiotici: che cosa sono? #mangiasano

Il termine probiotico, dal grego “pro-bios”, significa “a favore della vita.
I probiotici sono microrganismi vivi che, se assunti in adeguate quantità, forniscono benefici per la salute, come ad esempio un supporto per la salute gastrointestinale, migliorando la regolarità, rafforzando il sistema immunitario e aiutando a sintetizzare alcune vitamine per il nostro organismo.
Nel 2001 l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha definito i probiotici come quelle “colture di
microrganismi vivi che, quando ingerite in quantità adeguate, conferiscono benefici in termini di salute all’ospite”.
Nel nostro intestino ci sono migliaia di miliardi di batteri, oltre 500 tipi diversi; Il tratto gastrointestinale da alloggio ad un complesso ecosistema batterico chiamato microflora intestinale, che può contenere sia batteri “buoni che cattivi”.
Quando avviene un’alterazione della flora batterica intestinale, ad esempio a causa di stress intenso o mediante l’assunzione di antibiotici, la presenza di batteri “cattivi” può avere un impatto negativo sulla salute generale.
I probiotici sono integratori a base di batteri “fisiologici” che tengono sotto controllo i batteri “cattivi”, aiutando a ripristinare il naturale equilibrio della microflora intestinale.
I probiotici, per essere definiti tali devono avere delle specifiche caratteristiche:
1) Deve essere normalmente presente nella nostra flora intestinale;
2) Deve resistere all’azione dei succhi e degli enzimi gastrici;
3) Deve essere in grado di colonizzare le cellule intestinali;
4) Deve contrastare i microrganismi patogeni con la produzione di sostanze antimicrobiche.
Esistono tre tipi di probiotici:
1) Bifidobacteria
2) Lactobacilli
3) Eubacteria
Ogni individuo possiede una flora batterica intestinale diversa dagli altri, influenzata dalla genetica e dall’ambiente circostante; la predominanza di un ceppo rispetto ad un altro dipende dall’interazione tra anticorpi e prebiotici.
Non sapendo quale ceppo è predominante nel nostro organismo è importante scegleire un probiotico polivalente.
Funzioni:
1) Regolano la funzione intestinale: aiutano nella digestione; migliorano l’intolleranza al lattosio; inibiscono la crescita di batteri patogeni; aiutano nell’assorbimento di minerali; tengono sotto controllo la diarrea;
2) Promuovono la salute del colon: mantengono sane le cellule del colon e lo detossificano;
3) Sostengono l’immunità: prevengono l’infezione in modo naturale; alleviano i sintomi di allergie ai cibi;
Quando assumerli?
1) PREVENZIONE: l’assunzione di probiotici in particolari situazioni o periodi aiuta a prevenire stati infettivi o sindromi infiammatorie del tratto gastrointestinale (es. cambio stagione, dieta, viaggi in paesi stranieri);
2) CURA: l’assunzione in caso di diarrea, stitichezza, infezioni ed infiammazioni, durante il trattamento antibiotico si è rilevato fondamentale per ripristinare l’equilibrio della flora intestinale e del benessere fisico.

 

Dott.ssa Napoli Laura

Biologo nutrizionista

via G.Sciuti, 56, Palermo; Via Isnello, 119 Collesano
cell:3801772680 -3881962573

Sito web Blog Facebook LinkedIn





Tags assigned to this article:
dietamangiasanonutrizionista